La valutazione di vita residua di attrezzature a pressione esercite in regime di scorrimento viscoso del materiale, è condotta in accordo alla specifica UNI/TS 11325-2, attraverso le seguenti fasi:

  • Valutazione preliminare di vita residua;
  • Stesura del piano di ispezione, controlli non distruttivi ed esami metallografici;
  • Esecuzione dell'ispezione, controlli non distruttivi ed esami metallografici;
  • Valutazione della vita residua e del periodo di ulteriore esercibilità dei componenti;
  • Fornitura della dichiarazione del Progettista Abilitato.

Segmenti di mercato